Un abbraccio e una preghiera per i medici italiani caduti durante l'epidemia di Covid-19Un abbraccio e una preghiera per i medici italiani caduti durante l'epidemia di Covid-19 

L'obbligo di adeguamento al nuovo Regolamento regionale è prorogato al 2 novembre 2021.

Il nuovo Regolamento della Regione Toscana n. 90/R/2020 in materia di autorizzazioni e accreditamento delle strutture sanitarie e degli studi professionali prevede importanti novità per gli studi medici e odontoiatrici.

Infatti l'art. 19 del nuovo Regolamento prevede che sono soggetti a segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) anche gli studi medici che erogano visite o diagnostica strumentale non invasiva complementare all'attvità clinica. A differenza del previgente Regolamento regionale, che non imponeva obblighi per lo svolgimento di mere visite (cosiddetta "attività libera"), adesso il nuovo Regolamento impone l'obbligo di presentazione della SCIA in modalità semplificata.

Gli studi medici e odontoiatrici che invece avevano già presentato la SCIA a norma del previgente Regolamento regionale (per attività "a bassa invasività"), sono tenuti soltanto ad autocertificare la conformità dei requisiti, tramite compilazione del modello 8 e senza il pagamento di oneri regionali. Eventuali diritti di istruttoria comunali dipendono dai singoli Comuni. Per il Comune di Firenze non sono dovuti diritti di istruttoria.

E' confermata l'esclusione dall'obbligo di presentare la SCIA per gli studi dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta convenzionati con il SSN, tranne nel caso in cui il medico svolga, a latere della convenzione, attività libero professionale specialistica, nel qual caso ricade nell'obbligo della SCIA, alla pari di ogni libero professionista.

Nel caso in cui il medico o l'odontoiatra sia incardinato nell'organico di una struttura sanitaria privata autorizzata per la branca specialistica in cui opera il medico, costui non deve presentare la SCIA perchè l'obbligo autorizzativo ricade sulla struttura. Viceversa se il medico o l'odontoiatra ha in affitto una stanza della struttura ed è al di fuori del "perimetro" dell'autorizzazione sanitaria della struttura e fattura autonomamente al paziente, ricade nell'obbligo della SCIA perchè egli è direttamente e personalmente il responsabile dello studio preso in affitto.

Riguardo alle attività peritali, la Regione Toscana, rispondendo ad un interpello, ha chiarito che la SCIA non deve essere presentata qualora il medico presti la propria attività non in presenza del paziente, ad esempio mediante la redazione di pareri formali basati solo su documentazione pervenuta da parte di altri specialisti o esami autoptici.

Riguardo alle attività di psicoterapia, la Regione Toscana, rispondendo ad un interpello, ha chiarito che la SCIA non deve essere presentata qualora il medico effettui esclusivamente attività di psicoterapia. Deve invece presentare la SCIA semplificata se effettua prestazioni di psichiatria con prescrizione di farmaci.

Riguardo alla dotazione per la gestione delle emergenze, compreso il defibrillatore, la Regione Toscana ha chiarito che trattasi di dotazione necessaria per gli studi che erogano prestazioni a bassa invasività e oltre (quindi soggetti a SCIA ordinaria o autorizzazione) ma non per gli studi dove si effettuano mere visite (soggetti a SCIA semplificata).

Nel caso in cui il medico abbia più studi nel medesimo Comune, può presentare un'unica SCIA allegando le planimetrie e gli altri documenti di tutti gli studi oppure presentare separate SCIA, una per studio, indirizzate al medesimo Comune. In ogni caso il pagamento degli oneri regionali (pari a 300 euro) è previsto solo una volta per Comune.

Maggiori informazioni sul nuovo Regolamento sono disponibili sul sito della Regione Toscana: https://www.regione.toscana.it/-/autorizzazione-e-accreditamento-strutture-sanitarie e, al paragrafo denominato "Presentazione delle domande" è disponibile il collegamento alla piattaforma telematica STAR (www.suap.toscana.it/star) tramite la quale è possibile presentare la SCIA agli sportelli SUAP (sportelli attività produttive) dei Comuni della Toscana.

L'accesso a tale piattaforma è subordinato al possesso dello SPID o della CNS (Tessera Sanitaria attivata) o della CIE (Carta di identità elettronica). In mancanza, è possibile avvalersi di un intermediario abilitato (commercialista, geometra, ecc.). La firma della SCIA va apposta in modalità digitale.

Per facilitare la comprensione della procedura, si elencano i moduli necessari che tuttavia non vanno compilati in forma cartecea ma rappresentano la schematizzazione grafica dei vari passi da fare sulla piattaforma STAR:

- SCIA SEMPLIFICATA (per chi fa solo visite e diagnostica complementare non invasiva): pdf RT 63 20 endo (55 KB)

Alla SCIA semplificata va allegato:

  1. planimetria catastale con attestazione di conformità rilasciata da un tecnico abilitato alla presentazione degli atti di aggiornamento catastale;
  2. autocertificazione degli adempimenti e dei controlli svolti sulle attrezzature sanitarie presenti, con riferimento specifico alla messa a terra;
  3. relazione, asseverata da un medico igienista o da un tecnico con esperienza almeno triennale nell’ambito dei processi di sterilizzazione o dal tecnico installatore dell'apparecchiatura di sterilizzazione, descrittiva delle modalità di sterilizzazione e degli indicatori di processo e di efficacia di cui lo studio è dotato;
  4. lista di autovalutazione: pdf Lista autovalutazione (193 KB) - spreadsheet Lista autovalutazione (65 KB)

Nel caso in cui lo studio medico non disponga di attrezzature sanitarie nè di processi di sterilizzazione (attività di mera visita), i punti 2 e 3 devono essere sostituiti da una dichiarazione con la quale il medico attesta che, per la sua attività, non necessita di attrezzature sanitarie nè di processi di sterilizzazione.

- SCIA ORDINARIA per studio singolo (per chi eroga prestazioni di cui alla lettera M del Catalogo regionale): pdf RT 63 01 Endo (59 KB)

- SCIA ORDINARIA per studio associato (per chi eroga prestazioni di cui alla lettera M del Catalogo regionale): pdf RT 63 02 Endo (59 KB)

Nella SCIA ordinaria vanno dichiarati gli estremi del certificato di agibilità dei locali, l'elenco dei professionisti collaboratori e/o dipendenti e inoltre va allegato:

  1. planimetria, in scala 1:100  sottoscritta da un tecnico abilitato con indicazione della destinazione d’uso dei locali completa di rapporti  aeroilluminanti ed altezza, conforme alla normativa vigente;
  2. inventario delle attrezzature sanitarie, con indicazione di marca, modello e matricola, anno di produzione ad eccezione dei beni mobili di valore non  superiore al tetto vigente (ad oggi € 516,00);
  3. relazione, asseverata da un medico igienista o da un tecnico con esperienza almeno triennale nell’ambito dei processi di sterilizzazione o dal tecnico installatore dell'apparecchiatura di sterilizzazione, descrittiva delle modalità di sterilizzazione e degli indicatori  di processo e di efficacia  di cui lo studio è dotato;
  4. lista di autovalutazione: pdf Lista autovalutazione (193 KB) - spreadsheet Lista autovalutazione (65 KB)

- MODELLO 8 per chi ha già la presentato la SCIA in passato e che quindi non deve ripresentarla ma solo attestare il possesso dei requisiti: pdf RT 64 01 endo (72 KB)

- DICHIARAZIONE DI CONDIVISIONE AMBIENTI per chi lavora in locali utilizzati anche da altri colleghi in giorni e orari diversi: pdf Dichiarazione utilizzazione non esclusiva (10 KB)

Per il codice ATECO da indicare nella SCIA, fare riferimento a quello della Partita IVA.

Sul portale STAR è disponibile il manuale d'uso con istruzioni in merito alla procedura telematica di trasmissione della SCIA: http://www.suap.toscana.it/documents/19/0/Manuale+STAR/3161a112-520a-4902-be45-b837430acd9b

Il termine per l'adeguamento al nuovo Regolamento è fissato nel 30 settembre 2021, prorogato al 2 novembre 2021.

Per assistenza e informazioni è possibile contattare gli uffici della Regione Toscana al n. 0554384242, oppure scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Notizie per gli iscritti

PNRR e Sanità territoriale - Modello Toscana

Si terrà sabato 23 ottobre 2021, dalle ore 9.00, in diretta Facebook: https://www.facebook.com/OrdineMediciFirenze e YouTube: rtmp://a.rtmp.youtube.com/live2 un incontro con l’Assessore alla Salute della Regione Toscana, Simone Bezzini, che illustrerà il modello toscano della sanità territoriale: "PNRR e Sanità territoriale - Modello Toscana".

Una occasione per discutere sulla situazione attuale dell'emergenza pandemica, l'investimento di nuove risorse e la progettazione di strategie future per una cura sempre più attenta e puntuale della cittadinanza. Un confronto importante, tra i principali attori del settore, per ragionare attorno alle odierne esigenze: il potenziamento della medicina di prossimità, la ricerca di strumenti e organizzazioni per coniugare le necessità dei professionisti della salute con le richieste della popolazione, la medicina d'urgenza, la direzione dei prossimi fondi europei verso il potenziamento di strutture ospedaliere, case di comunità, residenze sanitarie assistenziali.

Lezioni al Liceo per la "curvatura biomedica"

Il progetto di "Curvatura Biomedica" consiste in un ciclo di lezioni per gli studenti delle ultime classi del Liceo e sta avendo un grande successo in tutta Italia. L'Ordine dei Medici di Firenze è stato uno dei primi a raccogliere l'invito del MIUR e della FNOMCEO per la sua esecuzione e da tre anni sta collaborando con il Liceo Castelnuovo di Firenze. Molti colleghi hanno partecipato e partecipano al progetto, venendo incontro alle molteplici richieste di collaborazione, ma è importante ampliare la platea dei medici che intendono manifestare la propria disponibilità.

I colleghi interessati a partecipare al progetto in qualità di docenti possono scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con il proprio nominativo, indicando i recapiti (mail e cellulare) e allegando il curriculum di studio e professionale.

Corso sulla responsabilità sanitaria (per speciale competenza CTU)

Il Corso sulla responsabilità sanitaria promosso dal Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università di Firenze, è ormai divenuto un laboratorio permanente in cui poter discutere sul sistema delle azioni civili, della consulenza tecnica in ambito sanitario e delle peculiarità della mediazione nei settori che richiedono un particolare sapere tecnico. Durante gli incontri verranno affrontate anche le tematiche nuove sollevate dall’emergenza dovuta al Covid-19. Quest’anno interverrà anche l’Ufficio Legislativo del Ministero della Giustizia per un aggiornamento sui lavori in corso.

Il Corso mira a preparare i consulenti tecnici ed è valido ai fini della Formazione Professionale Continua degli Avvocati e dell’Educazione Continua in Medicina (E.C.M).

Per maggiori informazioni: https://www.dsg.unifi.it/p647.html

Crediti ECM: spostamento e Dossier formativo

Si riporta il manuale del COGEAPS che illustra le modalità per l'eventuale spostamento dei crediti ECM per soddisfare l'obbligo formativo triennale: http://wp.cogeaps.it/wp-content/uploads/2020/10/GuidaUtente_SpostamentoCrediti.pdf

Obbligo SCIA: proroga al 2 novembre

L'obbligo di adeguamento al nuovo Regolamento regionale è prorogato al 2 novembre 2021.

Certificazione per medici palliativisti

La Regione Toscana ha approvato le indicazioni per il rilascio della certificazione regionale necessaria ai medici per operare nelle reti di Cure Palliative, in attuazione al Decreto Ministeriale del 30/06/2021.

I medici interessati devono presentare istanza, corredata dalla documentazione comprovante il possesso dei requisiti richiesti, entro il 16 gennaio 2023.

Maggiori informazioni sulla pagina informativa della Regione Toscana.

Aggiornamento quarantena e isolamento da COVID19

Si allega la Circolare del Ministero della Salute n. 36254 del 11/08/2021 contenente l'aggiornamento sulle misure di quarantena e di isolamento raccomandate alla luce della circolazione delle nuove varianti SARS-CoV-2 in Italia ed in particolare della diffusione della variante Delta (lignaggio B.1.617.2).

pdf Circolare MdS 36254 (440 KB)

Vaccinazione anti-Covid

OBBLIGO VACCINALE

Il Decreto Legge n. 44 del 01/04/2021, convertito in Legge n. 76 del 28/05/2021, dispone l'obbligo vaccinale anti-Covid per gli esercenti le professioni sanitarie (medici, odontoiatri, farmacisti, veterinari, psicologi, biologi, infermieri, ostetrici, igientisti dentali, fisioterapisti, tecnici sanitari, ecc.) e per gli operatori di interesse sanitario (assistenti di studio odontoiatrico, operatori socio-sanitari, ecc.) in qualunque forma svolgano la loro attività (sia nel pubblico che nel privato). Per tali professionisti la vaccinazione costituisce requisito essenziale per l'esercizio della professione.

Disponibilità Medici di Medicina Generale per tutor ai giovani laureandi

A seguito della Convenzione firmata fra l'Università di Firenze e l'Ordine dei Medici di Firenze, compito dell'Ordine è raccogliere l'elenco dei Medici di Medicina Generale disponibili a svolgere l'attività di tutor-valutatori nell'ambito del tirocinio pratico-valutativo per l'accesso alla Laurea Abilitante in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Firenze a norma del Decreto Ministeriale 09/05/2018 n. 58.

L'Ordine ha predisposto un form compilabile dai Medici interessati e disponibili, che abbiano i requisiti previsti dal Decreto sopra citato. La compilazione e invio del form consente l'inserimento nell'elenco dei medici tutori da condividere con l'Università di Firenze. Per accedere al form cliccare qui: Form per disponibilità MMG tutori.

Candidature di odontoiatri per esaminatori ASO

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 febbraio 2018 istituisce la nuova figura professionale dell’Assistente di Studio Odontoiatrico (ASO) quale l'operatore in possesso dell'attestato conseguito a seguito della frequenza di specifico corso di formazione. L'Accordo Stato-Regioni per questa figura è stato ratificato con Decreto della Regione Toscana il 15 Maggio 2018 e sancisce il profilo professionale dell’ASO, quale operatore di interesse sanitario e la relativa necessità formativa.

L'Ordine di Firenze è su Facebook

L’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Firenze arriva sui social. Da ora è aperta la nuova pagina Facebook interamente dedicata al lavoro dei medici nel territorio fiorentino.

Una narrazione a 360 gradi con interventi, immagini e approfondimenti. "Vogliamo dare sempre più voce ai tantissimi dottori che operano ogni ora per aiutare le famiglie e che, come nessun altro, conoscono le esigenze di salute nella vita quotidiana - spiega il presidente dell'Ordine Pietro Dattolo - Avere una presenza digitale vivace e costante è un passo importante anche per la sanità, specie in questo frangente storico della lotta al Covid-19. Il virus ha mostrato a tutti, forse come mai prima, il valore e l'imprescindibilità della medicina e del dialogo con le persone".

Contributo volontario ONAOSI 2021

Di seguito l'informativa della Fondazione ONAOSI relativa al versamento del contributo 2021 per gli aderenti volontari.

Si sottolinea che quest'anno è l'ultimo per l'adesione volontaria all'ONAOSI per gli iscritti all'Ordine nell'anno 2012, stante il disposto di legge che consente l'adesione volontaria entro 10 anni dall'iscrizione all'Albo.

pdf Contributo ONAOSI 2021 (355 KB)

lun
mar
mer
gio
ven
sab
dom
 
 
 
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
 
 
 
 
 
 

Dove Siamo