La quota annuale di iscrizione all’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Firenze è stata fissata dal Consiglio Direttivo con deliberazione n. 141 del 15/12/2003 a valere dal 1° gennaio 2004, nei seguenti importi: 

  •  € 130,00 annui per l’iscrizione all’Albo dei Medici Chirurghi oppure per l’iscrizione all’Albo degli Odontoiatri;
  •  € 237,00 annui per la contemporanea iscrizione all’Albo dei Medici Chirurghi e all’Albo degli Odontoiatri.

Entrambe le quote sono comprensive della quota annua di pertinenza della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici (€ 23,00 annui per persona fisica).

Il pagamento della quota deve avvenire entro il 28 febbraio di ogni anno e può essere effettuato secondo le seguenti modalità: 

  • Utilizzando il bollettino postale pre-compilato che verrà spedito a domicilio in tempo utile per il pagamento entro il 28 febbraio. In ogni caso, è possibile anche utilizzare un bollettino postale in bianco indicando come beneficiario “Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Firenze”, il numero di conto corrente postale 20687505, e la causale “Quota di iscrizione all’Ordine anno….”;
  • Chiedendo l'addebito automatico e ricorrente tramite procedura SDD (ex RID). Per attivare il servizio è necessario presentare all'Ordine il  pdf Modulo SDD (210 KB) corredato di documento di riconoscimento valido, tenendo presente, però, che tale servizio non potrà essere attivato per l’anno di presentazione del modulo, ma solo a partire dal pagamento della quota dell’anno successivo;
  • Disponendo un bonifico bancario in favore dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Firenze, utilizzando il codice IBAN IT58 R076 0102 8000 0002 0687 505 e indicando nella causale il proprio codice fiscale.

Il ritardato pagamento comporterà l’applicazione di una penale di € 10,00.

Qualora per motivi tecnici il recapito del bollettino postale avvenga a ridosso della scadenza, il pagamento potrà essere effettuato anche successivamente alla data del 28 febbraio, senza alcuna penale.

In caso di smarrimento, per ottenere una copia della attestazione di pagamento, è necessario accedere ai Servizi Online con le proprie credenziali e selezionare il servizio specifico.

La quota di iscrizione all'Ordine (a differenza dei contributi ENPAM) non è un contributo con finalità pensionistica, per cui non è deducibile dal reddito come lo sono invece i contributi pensionistici. Tuttavia i medici e gli odontoiatri che esercitano in libera professione e che compilano il quadro dei redditi di Lavoro Autonomo della dichiarazione dei redditi, possono inserire la quota di iscrizione all'Ordine fra le spese per la produzione del reddito.

Attenzione: in caso di mancato pagamento, l’art. 11 del DLCPS 13/09/1946 n. 233 prevede la cancellazione dall’Albo e, quindi, l’impossibilità ad esercitare la professione.

torna all'inizio del contenuto